Sull’alimentazione non si è mai troppo propensi a risparmiare, spesso infatti siamo portati a credere, che un minor prezzo equivalga a una minore qualità del prodotto. Anche se ciò in linea di massima è vero, in realtà per ciò che riguarda l’alimentazione basterebbe diventare dei consumatori più accorti per risparmiare facilmente e senza dover rinunciare a sapori e qualità.

Come scegliere gli alimenti per risparmiare sulla spesa

Infatti, una buona regola è variare il più possibile la nostra dieta, facendo attenzione a che non manchino mai sulla nostra tavola degli alimenti particolarmente importanti per il nostro fabbisogno. Alcune piccole accortezze per ridurre la spesa in fatto di cibi e alimenti, senza dover andare per forza alla ricerca di sconti o super offerte sono:

Per iniziare, preferire degli alimenti di provenienza nostrana, o comunque vicina a noi per evitare che i trattamenti di lunga conservazione nuocciano alla nostra salute ed evitare, per lo stesso motivo, di acquistare i cibi anche se fuori stagione. Solitamente infatti il prezzo di frutta e verdura tende a salire più lontano ci troviamo sia dal luogo di provenienza, sia dal periodo di produzione, senza contare che i sapori risultano molto più insipidi rispetto ai tempi di maturazione naturali.
Eliminare i preconcetti che legano al marchio più noto una migliore qualità: a sfatare questo mito intervengono i risultati sorprendenti dei test dei consumatori tra più campioni di un medesimo prodotto ma di marche diverse. Inoltre è possibile immaginare che le case produttrici meno note, poiché non hanno senz’altro la richiesta sul mercato delle grandi marche, tengano più in considerazione la genuinità e qualità del prodotto che non la massimizzazione dei profitti.
Bisognerebbe poi leggere sempre le etichette nel dettaglio: infatti confrontando il peso effettivo e il prezzo per unità potremmo scoprire che non necessariamente l’imballaggio che ci sembra più grande contiene il peso maggiore di prodotto.
Per gli amanti della cucina, ma soprattutto per chi ha un pò di tempo de dedicarvi, sarà poi piacevole scoprire che cucinando in casa anziché acquistare cibi già pronti ci si guadagna in denaro e in salute.
Sempre per chi ha un pò di tempo, sarebbe utile girare tra i negozi più facilmente raggiungibili per un’attenta e conveniente valutazione dei prezzi, così da poter valutare se e come varia il rapporto qualità prezzo. A volte le ormai dimenticate realtà dei minimarket hanno molto più da offrirci che non i grandi e dispendiosi ipermercati, in genere preferiti perché tutto è a portata di mano. Una buona regola per risparmiare è evitare di recarsi al supermercato senza avere bene idea di cosa si debba comprare: sarà utilissimo allora stilare una piccola lista della spesa, così da imporci di acquistare solo ciò che effettivamente manca in casa. Altro piccolo trucco, sempre però ad esclusivo retaggio di chi ha più tempo, è preferire piccole spese giornaliere alle “spesone” settimanali.
Se abbiamo la certezza che l’acqua del nostro rubinetto è potabile, possiamo evitare di acquistare quella confezionata: eviteremo così spreco di soldi e di rifiuti da smaltire.

Molto interessante.